Panorama
The current Bet365 opening offer for new customers is market-leading bet365 mobile app You can get a free bet right now when you open an account.

Festa di San Sebastiano, Alberobello celebra il Corpo di Polizia Locale

 

Festa di San Sebastiano, Alberobello celebra il Corpo di Polizia Locale

La Polizia Locale di Alberobello in festa per le celebrazioni di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani. Domenica 20 gennaio la Capitale dei Trulli ha festeggiato il santo protottere del corpo (di cui ricorrnno i 152 anni dalla fondazione) con la tradizionale messa nella Basilica dei Santi Medici, officiata da don Francesco Rinaldi.

Alla celebrazione era presente il sindaco, Michele Longo, e tutto il corpo della Polizia Locale guidato dal comandante Giuseppe Rutigliano: «I risultati dell’anno appena trascorso – ha esordito il Comandante nel suo discorso – sono confortanti nonostante il Corpo di polizia locale risenta ancora oggi di un organico ridotto per le esigenze di una città a vocazione turistica, 10 operatori compreso il sottoscritto, con una media di età anagrafica che supera per gli otto decimi abbondantemente i 60 anni».

Per questo Rutigliano ha rinnovato al sindaco Longo la richiesta «di una maggiore attenzione e considerazione verso il Corpo da parte dell’Amministrazione affinché il 2019 possa essere l’anno per incrementare l’organico, necessario per un maggiore controllo e gestione del territorio».

 

Il Comandante ha ricordato i tanti compiti della Polizia Locale «chiamata ad assolvere ad una molteplicità di funzioni modificando spesso la sua vera natura. Da qui nasce la necessità dell'agente di una mediazione che rappresenta un giusto equilibrio. Oggi l'agente di polizia locale deve dotarsi di autocontrollo, equilibrio, senso del dovere, alle quali doti dovrebbe corrispondere un giusto riconoscimento in termini di stima sociale che, spesso non avviene».

Rutigliano ha ringraziato in particolare il Ser «che da sempre sopperisce alla carenza di personale durante tutte le emergenze e calamità che hanno colpito il nostro territorio e ha contribuito di portare a termine con successo l’organizzazione logistica delle manifestazioni più importanti e sentite della città».

Infine il personale ringraziamento «per la fattiva collaborazione di tutti gli appartenenti al Corpo, compresi gli agenti a tempo determinato, perché ciascuno nel proprio ruolo ha sempre cercato di dare il massimo della disponibilità per assolvere agli innumerevoli compiti istituzionali che incombono sulla Polizia Municipale, spesso anche sacrificando gli impegni personali e subordinandoli a quelli della famiglia. A tutti i componenti il Corpo chiedo di continuare con il consueto impegno ad offrire un servizio sempre più di qualità ed ancora li ringrazio per la loro insostituibile opera».

Il Comandante ha chiuso il suo intervento con l’attribuzione del grado di Assistente agli agenti Giuseppe Salamida e Martina Zaccaria per aver maturato otto anni di servizio.

Un plauso al lavoro svolto dalla Polizia Locale è arrivato dal Giudice di Pace Tiziana Gigantesco che ha lodato in particolare la sinergia tra amministrazione e Vigili Urbani: «Dovete essere orgogliosi di avere questo comandante e tutto il corpo della polizia municipale. Le funzioni del corpo di polizia locali sono molteplici, devono essere condivise con l’amministrazione e io mi complimento con tutta l’amministrazione di Alberobello, a partire dal suo sindaco, onnipresente. Colui che condivide il percorso della cittadinanza in un’attenzione che è encomiabile. Tutta l’amministrazione è sinergica con il comando ne è un esempio. Devo ringraziare tutti gli agenti. Io su Alberobello so di poter contare in termini di tempestività e di impegno».

Il sindaco Michele Longo ha detto: «Abbiamo fatto passi da gigante e oggi festeggiamo davvero grandi progressi. Il corpo di polizia municipale ha recepito tutte le indicazioni delle mie due amministrazioni. Oggi ci poniamo in maniera più concreta verso l’accoglienza di folle di turisti che hanno raggiunte anche punte di 20mila unità in una giornata. E sappiamo quanto sia difficile. Dobbiamo ringraziare i cittadini che si sono fatti piacevolmente coinvolgere nel rispetto dei protocolli. Ma dobbiamo ancora lavorare. E in questo momento dobbiamo porre l’attenzione alle esigenze del nostro cittadino prima ancora che del turista. Dobbiamo continuare a rendere possibile la convivenza della nostra vita quotidiana con quella del turista. Dobbiamo avere una comodità reciproca».

A proposito della carenza di personale Longo ha precisato: «Per le vie istituzionali faremo sempre tutto, anche superare i blocchi delle assunzioni, se possibile. Nel frattempo però abbiamo tutte le potenzialità per essere autonomi, grazie anche alla collaborazione del Ser come ha ricordato il Comandante. Sicuramente dovremo affinare meglio la distribuzione degli orari di straordinario, centrare meglio il piano delle ferie ad agosto. Ci sono tante piccole cose che possiamo migliorare».

Il sindaco ha chiuso il suo intervento salutando il Comandante della Polizia Locale di Bari, Michele Palumbo e ricordando Nicola Marzulli, insignito lo scorso anno della cittadinanza onoraria di Alberobello: «Mi piace pensare che il cappello che è stato posto sull’altare sia quello di Nicola Marzulli e Orazio Cammisa che sono stati per noi splendido esempio e lo resteranno per sempre. Ed è con l’auspicio di grande collaborazione, seppur passando attraverso alcuni scontri che devono esserci nel sacro segreto dello spogliatoio, che auguro una buona festa guardando positivamente al 2019, Continuiamo così confrontiamoci e soprattutto portiamo risultati positivi alla nostra Comunità tutta».

UFFICIO STAMPA COMUNE DI ALBEROBELLO

Alberobello, venerdì 25 gennaio 2019