Panorama
The current Bet365 opening offer for new customers is market-leading bet365 mobile app You can get a free bet right now when you open an account.

Realizzazione sistema di smart-mobility, piattaforma di monitoraggio del traffico e dell’ambiente urbano e potenziamento sistema di videosorveglianza nel territorio comunale

Realizzazione sistema di smart-mobility, piattaforma di monitoraggio del traffico e dell’ambiente urbano e potenziamento sistema di videosorveglianza nel territorio comunale
 

 

 

 

 

 

 
AVVISO

REALIZZAZIONE SISTEMA DI SMART-MOBILITY, PIATTAFORMA DI MONITORAGGIO DEL TRAFFICO E DELL’AMBIENTE URBANO E POTENZIAMENTO SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE

MODULISTICA  
LINK DOCUMENTI

A.P._VS Alberobello

AllegatoA Istanza partecipazione

ALLEGATOB Avvalimento

ALLEGATOC Dichiarazione atto notorietà

ALLEGATOD Ausiliaria

ALLEGATOE Consorziata

BANDO DI GARA

C.M._VS Alberobello

C.S.A._VS Alberobello

CR._VS Alberobello

DISCIPLINARE DI GARA

E.P._VS Alberobello

Elenco elaborati_VS Alberobello

IT.01_VS Alberobello

IT.02_VS Alberobello

IT.03-VS Alberobello_parte1

IT.03-VS Alberobello_parte2

IT.04_VS Alberobello

P.M._VS Alberobello

P.S.C._VS Alberobello

Q.E._VS Alberobello

Q.I.M._VS Alberobello

R.G._VS Alberobello

R.P._VS Alberobello

R.SP._VS Alberobello

S.C._VS Alberobello

 

 

   

FAQ  FAQ - DOMANDE E RISPOSTE
DOMANDE E RISPOSTA  

D. 1.: a quanto ammontano le spese di pubblicazione?
R: Le spese di pubblicazione ammontano a circa €. 3.500,00. L’importo preciso sarà comunicato dopo la pubblicazione dell’esito di gara.

D. 2.: Si può confermare che la relazione tecnica di cui alla lettera b) citata a pagina 9 del Disciplinare di gara si riferisce alla relazione tecnica di cui alla lettera a)? Si tratta di un refuso di stampa?

R: Si conferma che per mero errore materiale a pag. 9 del Disciplinare di Gara la relazione tecnica di cui  “all’ anzidetta lettera b”, è riferita alla lettera a. “Elaborati progettuali e descrittivi”di pagina 8 dello stesso disciplinare.

D. 3.: La firma dell'ingegnere iscritto all'albo sul progetto tecnico è alternativa a quella del legale rappresentante? può bastare quest'ultima?

R: Si conferma quanto riportato al punto 3. di pagina 8 del Disciplinare di gara ovvero “l’offerta tecnica deve essere firmata dal progettista abilitato all’esercizio della professione, dal legale rappresentante del soggetto partecipante …………………………….”.

D. 4.: L'azienda subappaltatrice a cui vengono affidati quota parte dei lavori della categoria prevalente deve essere qualificata OS19 oppure è sufficiente che lo sia la società partecipante?

R: L’azienda subappaltatrice a cui vengono affidati i lavori della categoria OS 19  deve essere qualificata  per detta categoria.

D. 5.: E' prevista la terna dei subappaltatori?

R: Non è prevista una terna di subappaltatori.

D. 6.: Si chiede conferma se il subappalto della categoria scorporabile OG1 è sommabile al subappalto del 30% massimo della categoria prevalente?

R: Le categorie subappaltabili complessivamente devono essere contenute nel 30 % previsto dalle disposizioni di legge.

Quesito: al punto 3 del Disciplinare di gara e in particolare nella descrizione dei contenuti della Busta offerta tecnica si indica: “Elaborati progettuali e descrittivi contenenti la descrizione dettagliata e complessiva della proposta progettuale presentata, espressa in un numero non superiore a 10 pagine su unico fronte in formato A4 per ogni criterio qualitativo” Si chiede conferma che l’offerta tecnica potrà constare di N°. 6 capitoli di massimo 10 pagine cadauno corrispondenti ai criteri qualitativi da a.1 ad a.6 espressi nel disciplinare. Si chiede inoltre di confermare che eventuali copertine ed indici non concorrono al conteggio delle pagine totali.

Risposta: L’offerta tecnica potrà constare di N°. 6 capitoli di massimo 10 pagine cadauno corrispondenti ai criteri qualitativi da a.1 ad a.6.

Le copertine ed indici non concorrono al conteggio delle pagine totali.

Quesito: nel N.B. riportato al punto 3 del disciplinare si fa riferimento alla relazione tecnica di cui alla lett. b. Chiediamo di confermare che si tratta di un refuso e il riferimento corretto è alla lett. a.

Risposta : Trattasi di mero refuso, pertanto il riferimento corretto è alla lett.a).

Quesito: Il capitolato, al paragrafo 6.1 pagina 28, dove parla di armadi, parla genericamente di componenti di "tipo industriale" con range di funzionamento fino a 70°C. (tipo 1)-

Mentre, a pagina 27, parlando dei nodi periferici (armadi) si parla espressamente di switch di tipo industriale temperature operative -40°+75°C. (tipo 2).

Vi invitiamo pertanto ad indicarci la tipologia esatta dei dispositivi switch desiderati se di tipo 1 o di tipo 2.

Risposta : Puo' essere sufficiente la specifica del tipo 1.

Quesito: Si chiede se si possano offrire apparecchiature omologate che a livello funzionale soddisfano i requisiti richiesti dai documenti di gara, ma che, nel rispetto del principio di equivalenza di cui all’art. 68 del D.Lgs n. 50/2016 e s.m.i., possano avere differenti caratteristiche tecniche di dettaglio rispetto a quelle richieste al cap. 3 del documento “relazione specialistica”.

Risposta: Si conferma che è possibile offrire apparecchiature con caratteristiche similari a condizione che il sistema sia omologato dal Ministero dei trasporti.

Quesito: Con riferimento al disciplinare di gara e più precisamente:

a.5 Organizzazione, qualifiche ed esperienza del personale da utilizzare nell'appalto

a.5.1 possesso della certificazione OHSAS 18001:2007 in corso di validità per l'implementazione di un sistema di gestione della sicurezza e della salute dei lavoratori: 5 punti ".

Si chiede conferma che ai fini dell'assegnazione del punteggio relativo che il certificato debba indicare uno scopo di accreditamento inerente all'oggetto di gara:

"Realizzazione del Sistema di Smart-Mobility piattaforma di monitoraggio del traffico e dell'ambiente urbano con restituzione all'utenza dei dati elaborati mediante informazione con PMV (pannelli a messaggio variabile) e potenziamento sistema di videosorveglianza nel territorio del Comune di Alberobello"

Si chiede conferma inoltre, che sia indispensabile allegare alla proposta tecnica, in sede di gara, copia conforme di un certificato in corso di validità.

Risposta: La certificazione OHSAS 18001 -2007 può non essere riferita specificatamente all’oggetto di gara,ma bensì generica. E’ necessario produrla in copia conforme ed in corso di validità.

Quesito: Si chiede se i varchi elettronici omologati richiesti in sede di gara, debbano essere omologati dal Ministero dei Trasporti a sensi e per effetto del 22 giugno 1999, n. 250 - per la rilevazione degli accessi dei veicoli ai centri storici e alle zone a traffico limitato, ai fini dell'accertamento delle violazioni delle disposizioni in tema di limitazione del traffico veicolare e della irrogazione delle relative sanzioni.

Risposta: Si conferma che i varchi dovranno essere Omologati dal Ministero dei trasporti.

Quesito: Si chiede conferma se i riferimenti tecnici della relazione specialistica e relazione generale siano indicativi e che si possano offrire in sede di gara altre piattaforme software, altri prodotti di altro brand, nel rispetto delle normative vigenti in materia.

Risposta: Si precisa che potranno essere utilizzati prodotti alternativi con caratteristiche similari o superiori a quanto previsto nel progetto e rispondenti alle esigenze della S.A..

Quesito: A quanto ammontano le spese di pubblicazione?
Risposta: Le spese di pubblicazione ammontano a circa €. 3.500,00. L’importo preciso sarà comunicato dopo la pubblicazione dell’esito di gara.

Quesito: Si può confermare che la relazione tecnica di cui alla lettera b) citata a pagina 9 del Disciplinare di gara si riferisce alla relazione tecnica di cui alla lettera a)? Si tratta di un refuso di stampa?

Risposta: Si conferma che per mero errore materiale a pag. 9 del Disciplinare di Gara la relazione tecnica di cui “all’ anzidetta lettera b”, è riferita alla lettera a. “Elaborati progettuali e descrittivi”di pagina 8 dello stesso disciplinare.

Quesito: La firma dell'ingegnere iscritto all'albo sul progetto tecnico è alternativa a quella del legale rappresentante? può bastare quest'ultima?

Risposta: Si conferma quanto riportato al punto 3. di pagina 8 del Disciplinare di gara ovvero “l’offerta tecnica deve essere firmata dal progettista abilitato all’esercizio della professione, dal legale rappresentante del soggetto partecipante …………………………….”.

Quesito: L'azienda subappaltatrice a cui vengono affidati quota parte dei lavori della categoria prevalente deve essere qualificata OS19 oppure è sufficiente che lo sia la società partecipante?

Risposta: L’azienda subappaltatrice a cui vengono affidati i lavori della categoria OS 19 deve essere qualificata per detta categoria.

Quesito: E' prevista la terna dei subappaltatori?

Risposta: Non è prevista una terna di subappaltatori.

Quesito: Si chiede conferma se il subappalto della categoria scorporabile OG1 è sommabile al subappalto del 30% massimo della categoria prevalente?

Risposta: Le categorie subappaltabili complessivamente devono essere contenute nell’ambito 30 % previsto dalle disposizioni di legge.

Quesito: in riferimento all’appalto in oggetto, con la presente siamo a richiedere il seguente chiarimento circa il requisito relativo alla SOA, essendo la nostra società in possesso dell’attestazione SOA OS19 CL lllbis, vi chiediamo conferma circa la possibilità di subappaltare interamente la categoria scorporabile a  qualificazione obbligatoria OG1.

Risposta: La categoria OG1 scorporabile e interamente subappaltabile.

Quesiti 09.10.2018

Quesito: A.P. - Analisi dei Prezzi - si chiede che venga fornita la lunghezza delle opere di alimentazione previste nelle voci di seguito elencate, anche in virtù dei costi elementari previsti in computo metrico: opere di scavo, ripristino, fornitura e posa cavidotti interrati, linee elettriche di alimentazione:

  1. NP026 - Alimentazione elettrica (da Quadrocomunale);
  2. NP027 - Alimentazione elettrica (da edificio;
  3. NP028 - Alimentazione elettrica (da nuova fornitura di energia elettrica).

Risposta: La lunghezza delle opere di alimentazione per ogni singolo punto può essere rilevata dalle planimetrie allegate e riscontrata in fase di sopralluogo;

 

Quesito: si chiede conferma delle verifiche effettuate su ogni quadro esistente oggetto di installazione degli interruttori MT Diff a riarmo automatico , e la stima analitica dei costi di connessione previsti (VOCI A CORPO NP026, NP027 NP028) per ciascuna telecamera/ZTL/PMV/Totem/sistema trasmissivo previsti.

Risposta: Si conferma di aver effettuato le verifiche richieste.

Quesito: si chiede che venga fornito il dettaglio delle opere da realizzare per le alimentazioni dei sistemi e pontiradio posizionati suygli edifice esistenti.

Risposta: Quanto richiesto è stato illustrato negli elaborati di progetto, voce di elenco prezzo e nella relativa analisi prezzo. In ogni caso è possibile effettuare il sopralluogo per prendere atto dell'attuale stato dei luoghi.

Quesito: si chiede venga fornito la stima analitica e lo schema di dettaglio delle opere di connessione sulla fibra ottica comprensivo di dispositivi quali borchia connettorizzata e mediaconverter se previsti.

Risposta: Quanto richiesto è stato illustrato negli elaborati di progetto, voce di elenco prezzo e nella relativa analisi prezzo.

Quesito: si chiede venga fornita la valutazione analitica delle opere di installazione e posa degli armadi di campo (basamenti e opere edili) e del totem informativo non ricomprese all'interno della voce (analisi dei prezzi) dell'opera.

Risposta: Per quanto riguarda gli armadi di campo ed il Totem informativo non sono previste opere edili.

Quesito: si chiede venga fornita la specifica dei tralicci h.6 metri da fornire, specifiche dei carichi che la struttura deve sostenere, modalità di posizionamento in sito (sollevamento) tipologia di fissaggio all'edificio, punto di posa e ancoraggio degli stralli per ogni edificio, anche in virtù della presenza su alcuni immobili di impianti fotovoltaici e di altri sistemi radianti TLC, onde evitare possibili interferenze.

Risposta: Quanto richiesto è illustrato negli elaborati di progetto, voce di elenco prezzo e nella relativa analisi prezzo.  

Quesito: si chiede venga fornita la Pratica ex genio civile per le installazioni dei quattro Tralicci metallici per telecomunicazioni H 6 mt previste su copertura degli immobili (opere non rilevanti ma su aree a rischio di pubblica incolumità) ovvero dichiarazione che la struttura rientri tra le opere non rilevati.

Risposta: Si conferma che la struttura rientra nelle opere minori ai sensi del Bollettino Ufficiale Regione Puglia n.104 del 16/06/2010.

Quesito: si chiede che venga fornita la relazione di verifica di "visibilità dell'impianto trasmissivo" (centro stella - punto di rilancio) e (punto di rilancio - telecamere), e dell'esatta posizione dei tralicci e apparati radianti su ciascuno di essi.

Risposta: Si conferma che il progetto è stato redatto avendo effettuato tutte le verifiche di visibilità tra i punti.

Quesito: si chiede che venga fornita specifica della posizione dell'impianto trasmissivo relativo agli immobili: (R2) istituto Agrario e (R5) Scuola Dante Alighieri.

Risposta: verificare con maggiore attenzione e puntualità gli elaborati progettuali.

Quesito: relativamente all'"art. 3 - Contenuto della busta interna Offerta Tecnica" pag. 9 del Disciplinare di gara, si chiede conferma che in risposta al criterio "a.11 Modalità e tempi di esecuzione della manutenzione ..omisisis..", possano essere fornite indicazioni sui "tempi". Tale informazione, nell'ultimo paragrafo della stessa pagina del documento, viene considerata motivo di esclusione: "Si precisa che tanto negli elaborati progettuali che nella relazione tecnica di cui alla lett. b, non dovranno essere fornite indicazioni di prezzo o di tempo, che dovranno essere inserire esclusivamente nell'offerta economica. Nel caso dovessero rinvenirsi o leggersi elaborati o semplici diciture contenenti indicazione di costi o analisi o prezzi di ogni genere ed i tempi riferiti alla proposta progettuale, l'offerta non sarà valutata ed il concorrente verrà escluso dalla gara."

Risposta: Il punto A 1.1 fa riferimento agli interventi di manutenzione relativi al servizio di assistenza tecnica post intervento e non alla tempistica di esecuzione dei lavori.

Quesito: con riferimento a Pag. 36 del capitolato speciale d'appalto: "In prossimità di ciascun varco di accesso al centro storico comunale, sarà posizionato un armadio stradale a due vani atto a contenere tutte le apparecchiature ausiliarie quali il contatore dell'energia elettrica nel primo vano e lo switch di rete di tipo industriale, gli alimentatori delle telecamere, interruttore di protezione, prese di servizio e quant'altro necessario per l'opera eseguita a regola d'arte !!_el secondo vano.

Il livello minimo di protezione dell'armadietto deve essere IP65.

L'armadietto deve essere di concezione antivandalo con chiusura a doppia serratura metallica con chiave e senza sporgenze esterne. L'armadietto sarà del tipo stampato in SMC (vetroresfna), colore grigio RAL 7040 con cerniere interne in resina termoplastica a base poliarillamidica rinfo,zata con fibra di vetro e maniglia a scomparsa, parti metalliche esterne in acciaio inox verniciato grigio ed elettricamente isolate con l'interno, corpo serratura in vetroresina e integrato nello sportello, perno di manovra serratura in lega di alluminio. L'armadietto deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Conformità alla norma CE/ EN 62208;
  • Tensione di isolamento Ui 690V;
  • Setto divisione vani completo di passacavi, prese d'aria inferiori e sottotetto per ventilazione naturale interna;
  • Parete di fondo dotata di inserti annegati in fase di stampaggio in ottone per applicazione apparecchiature direttamente o attraverso piastra di fondo.

"E pag 9 del disciplinare di gara: "

a.2 Sistema dei varchi elettronici ZTL: stante l'area di pregio arcltitettonico si privilegeranno soluzioni clte minimizzino l'i'!!p_gtlo ambientale dei varclti elettronici

0,.2.1 assenza di armadi tecnologici su manto stradale (si predilige montaggio a palo): 2 punti;

0,.2.2 assenza di sistemi di rilevamento dei veicoli invasivi per il manto stradale (es. spire elettromagnetiche): 3 punti;

0,.2.3 contenimento visivo apparati a campo con proposta di un sistema integrato clte contiene in unica custodia sigillata tutti gli elementi del varco elettronico (telecamera OCR in Bianco/Nero, telecamera a colori di contesto, illuminatore, unità di elaborazione; gestione alimentazioni; software di riconoscimento delle targhe (OCR)); 10 puntil

Viene indicato nel Capitolato speciale l'installazione di un armadio stradale a 2 vani e al contrario nella sezione 2.1 premiata l'assenza di armadio stradale di varco (si predilige montaggio a palo).

Però nella fattispecie viene valutato il contenimento visivo degli apparati a campo (a.2.3) (telecamera OCR in Bianco/Nero, telecamera a colori di contesto, illuminatore, unità di elaborazione; gestione alimentazioni; software di riconoscimento delle targhe (OCR).

Considerato che nel rispetto del citato impatto ambientale non ci nsulta sia possibile inserire il contatore dl/l'energia elettrica, gli alimentatori delle telecamere, interruttore di protezione oltre a telecamera OCR in Bianco/Nero, telecamera a colori di contesto, illuminatore, unità di elaborazione; gestione alimentazioni; software di riconoscimento delle targhe {OCR}) in un'unica custodia sigillata.

Si chiede conferma, (stante l'area di pregio architettonico indicata) ai fini della valutazione tecnica con riferimento al punto a.2.3 che per contenimento visivo apparati in campo si intende il varco nel suo complesso e non la sola custodia o il solo armadio.

Risposta:Il disciplinare di gara privilegia, cosi' come il progetto esecutivo, soluzioni meno invasive atteso la presenza di una zona di pregio architettonico. Le ulteriori modalità di contenimento visivo richieste, oltre a quelle già previste nel progetto, saranno oggetto di valutazione da parte della Commissione di gara.

Quesito: Con riferimento alle omologazioni ztl e conseguente dpr n. 250 del 22 giugno 1999 nel merito di quanto indicato nella relazione specialistica, riscontriamo delle funzionalità richieste dal progetto in formale contraddizione al dpr 250 del 1999 tra cui a titolo esemplificativo e non esaustivo:

 

Risposta: Si conferma che il sistema richiesto dovrà essere omologato dal Ministero dei Trasporti. Ulteriori funzionalità previste dal sistema potranno rappresentare un plus rispetto alle funzionalità base.