Panorama
The current Bet365 opening offer for new customers is market-leading bet365 mobile app You can get a free bet right now when you open an account.

Festa di San Nicola in Vaticano, Alberobello presente con la delegazione della Repubblica Ceca

Festa di San Nicola in Vaticano, Alberobello presente con la delegazione della Repubblica Ceca

 

Festa di San Nicola in Vaticano, Alberobello presente con la delegazione della Repubblica Ceca

Una giornata di festa nel segno della storia della Casa Rossa per recuperarne la memoria e il valore

Il sindaco Michele Longo e l’assessore alla Cultura, Alessandra Turi, hanno partecipato ieri mattina, 13 dicembre, all’udienza generale del Papa del mercoledì, in Sala Nervi, a Roma. 
Il sindaco ha accolto l’invito dell’ambasciatore della Repubblica Ceca presso la Santa sede, Pavel Vošalík, a partecipare alla giornata dedicata alla regione della Boemia meridionale in occasione della festa di San Nicola presso la Santa Sede. 

L'incontro è stato organizzato da Giuseppe Colucci, perito agrario di Noicattaro, nipote di mons. Francesco Colucci, vicario decano dell'arcidiocesi di bari Bitonto, protonotario apostolico.
Sindaco e assessore hanno presenziato all’udienza insieme al Delegato del Governatore della Regione, František Konečny; il sindaco della città di Ceské Budêjovice, Jìrí Svoboda; il vescovo di České Budejovice, sua eminenza Vlastimil Kročil. La delegazione ha donato al Papa prodotti tipici della regione della Boemia meridionale tra cui la famosa birra Budvar, rappresentata dal direttore generale Adam Broz.
In serata la delegazione si è recata al Pontificio Collegio Nepomuceno per un incontro natalizio musicale animato dai cantori di cornamusa della regione. C'è stata l'esibizione di 24 canti di musica popolare e quella di 4 canti natalizi, tra cui «Tu scendi dalle stelle», che è stata molto partecipata e commossa. La serata ha previsto inoltre un banchetto con piatti tipici della Repubblica Ceca e un angolo pugliese con formaggi, mozzarelle, vino e olio della nostra regione.
L’invito dell’ambasciatore al sindaco di Alberobello fa seguito alla visita dello stesso ambasciatore in Puglia e ad Alberobello a luglio scorso in occasione della Conferenza internazionale sui Nuovi Martiri del XX secolo che si è svolta a Noicattaro.
Attraverso questo incontro e scambio con l'ambasciatore l’amministrazione comunale di Alberobello ha voluto sensibilizzare la Repubblica Ceca a un futuro recupero della Fondazione Gigante «Casa Rossa». A tal proposito sindaco e assessore hanno donato all'ambasciatore, a nome di tutta la Comunità Alberobellese, una copia del «Valzer della Felicità» che fu scritto proprio da uno degli ospiti della Casa Rossa, Charles Abeles. In più sono stati donati all'ambasciatore un cd su Alberobello con le immagini più belle del territorio dei trulli e il volume
«Contributi alla ricostruzione storica del più singolare paese d'Italia» sulla storia e identità di Alberobello. Lo stesso libro, insieme a una guida sul paese dei trulli, è stato donato al resto della delegazione. Vescovo e ambasciatore sono rimasti molto colpiti dalla storia della Casa Rossa e hanno preso l'impegno di fare ulteriori approfondimenti sull'autore del Valzer della Felicità e sulla storia di quegli anni.

«Questo dono e la giornata di oggi sono un’ulteriore occasione per dare risalto e merito a una straordinaria pagina di solidarietà alberobellese - dice il sindaco Michele Longo - una pagina che per altro è di grande attualità perché proprio sul ricordo di quegli anni la nostra Comunità è stata capace oggi di costruire un'accoglienza autentica nei confronti dei migranti ospitati nel nostro territorio. Siamo felici di aver creato questi contatti con la delegazione della Regione della Boemia meridionale e siamo convinti che gli approfondimenti promessi ci aiuteranno a ricostruire meglio la storia di quel periodo e ci consentiranno di far rivivere la Casa Rossa e di far sì che la chiesa che ancora oggi esiste e che viene aperta ogni anno nel Giorno della Memoria, il 27 gennaio diventi un punto di riferimento internazionale».

UFFICIO STAMPA COMUNE DI ALBEROBELLO