Panorama
The current Bet365 opening offer for new customers is market-leading bet365 mobile app You can get a free bet right now when you open an account.

Nasce il banco alimentare di Alberobello Onlus. Il cibo in eccesso andrà ai meno fortunati presenti sul territorio

Sarà strutturato come una organizzazione di volontariato e gestito in collaborazione con l’assessorato ai servizi sociali del comune di Alberobello

 

Nasce il “Banco Alimentare Alberobello Onlus”. Un’iniziativa disolidarietà che si ispira al sostegno e all’assistenzialismo, secondo i principi del padre fondatore del banco alimentare, la cui storia comincia negli anni '60 esattamente negli Stati Uniti a Phoenix.  L'associazione “Banco Alimentare  Alberobello Onlus” è strutturata come una organizzazione di volontariato secondo la legge 266/1991 e il D.Lgs. n.460/97. Si occuperà della gestione del Banco Alimentare e del Banco Farmaceutico in collaborazione con l’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Alberobello che ha sostenuto la sua costituzione con un contributo di Euro 900 con delibera di giunta n° 127 del 31 dicembre 2015. "Sul territorio alberobellese è gia attivo da sempre questo servizio -  spiega l'assessore ai serizi sociali Giuseppe Ricci -  attraverso l'opera della Caritas Diocesana,  delle Parrocchie oltre che della Associazione delle Vincenziane. Quest'ultima associazione, tra l'altro, è stata quella che fino ad ora aveva aderito unicamente al banco alimentare occupandosi in esclusiva del servizio fino allo scorso 31 dicembre.  Il Banco Alimentare Alberobello Onlus -  conclude l'assessore -  è una associazione di stampo laico e si convenzionerà, per il tramite dei piani sociali di zona, con la centrale operativa che ha sede a Taranto e che si occupa di smistare le provviste raccolte dalla AGEA (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura".

L’Associazione si propone tra i suoi obiettivi, quello di contribuire alla soluzione dei bisogni primari, dell’emarginazione e della povertà e dei problemi degli “ultimi”, mediante la raccolta delle eccedenze di produzioni agricole ed industriali. Il primoBanco Alimentarein Italia è stato fatto in Lombardia nel 1989 dall'iniziativa diDon Giussanidel movimento cattolico Comunione e Liberazione. Egli collaborava con alcune note aziende alimentari nazionali opportunamente sollecitate (come la Star) che donavano, attraverso associazioni benefiche e senza scopo di lucro, alcuni generi di prima necessità. Questi alimenti venivano raccolti, stipati in un magazzino da cui poi alcuni giovani volontari provvedevano a donarli, distribuendoli alle persone più bisognose. L'iniziativa si diffuse e col tempo varie associazioni di volontariato ci si sono dedicate. Ad oggi, a novembre di ogni anno, come anche ad Alberobello lo scorso 28 novembre, tutte le associazioni d’Italia, danno vita a "La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare" che si svolge sotto l'alto patronato delPresidente della Repubblica. Praticamente in tutti i supermercati d'Italia, molti privati che fanno la spesa sono invitati ad acquistare prodotti alimentari extra, specie per l'infanzia e a donarli ai volontari presenti all'ingresso

 

 

 

Ufficio Stampa Comune di Alberobello

Pagina Ufficiale Facebook: Comune di Alberobello Capitale dei Trulli